Spinning per diversamente abili: un successo

Spinning per diversamente abili: un successo

La benemerita Scuola di Ciclismo Eurobike, diretta dal maestro Ezio Borga, ha concluso sabato 21 dicembre la 4^ edizione del corso di spinning riservato ai ragazzi e alle ragazze meno fortunati. La cerimonia si è svolta in una cornice davvero unica quella della palestra Bobadilla gestita da Renzo Turbian.  L’evento ha coinvolto le famiglie e  gli sportivi di Vittorio Veneto (Treviso) guidati dal sindaco Gianantonio Da Re, con  la prof. Renata Da Re responsabile delle attività ricreative  per le persone diversamente abili ed il presidente del Panathlon Club di Vittorio Veneto, Giuseppe Bortoluzzi.

Tra gli sportivi la figura storica di Giacomo Salvador, l’uomo del ciclocross, organizzatore del campionato italiano della passata stagione. Quasi nascosto, come ha sottolineato Luciano Martellozzo, segretario del Settore Fuoristrada della Federciclismo del Veneto, un altro grande personaggio e sportivo Alessandro Fontana, team manager del mitico Gruppo Sportivo Forestale e papà di un promettente giovane che ha già dimostrato che la classe è di casa nella famiglia Fontana. All’iniziativa si sono dedicate varie società tra le quali il Gs Freetime, diretto dall’inesauribile patron della Bike off Road, Michele Mason, l’Uc La Vallata, la Sanfiorese e la Torpado Victoria Bike. “Ci troviamo – ha ricordato Martellozzo – davanti ad una realtà, legata in qualche modo alle due ruote, dove i protagonisti sono persone davvero speciali”.

In cabina di regia nell’ultima giornata ad accompagnare l’istruttore Vittorio, il campione Italiano Xc Mirco Tabacchi, “vero esempio di umiltà e sportività, caratteristiche che rendono l’atleta leader nello sport come nella vita di tutti i giorni”.   Non è passato inosservato Marco Castrignanò, atleta di spicco e sempre disponibile a sostenere la scuola dell’Eurobike.

Quello di Vittorio Veneto  si è confermato un centro importante per il ciclismo regionale  e oggi  l’interesse è tutto per  l’impegno di questo gruppo,  che lavora  dietro le quinte a sostenere persone meno fortunate. Poco prima della conclusione degli allenamenti le porte della palestra si sono aperte ed i genitori e le rappresentanze hanno  animato quella manifestazione così importante. Breve presentazione degli  ospiti, con i loro interventi, tutti legati all’impegno della scuola dell’Eurobike diretta da persone speciali in primis Ezio Borga con i collaboratori Maria e Vittorio. La manifestazione è stata allietata dai brani natalizi  e dal gran finale per i ragazzi, con tanto di  cappellino di  Babbo Natale  che nel pedalare hanno dato fondo a tutte le energie disponibili coinvolgendo alla grande i presenti.

Maria ed Ezio hanno incitato ed aiutato i ragazzi, con Mirko e Vittorio alla regia. Un grande, quanto spontaneo applauso, ha accompagnato le ultime note natalizie. E’ stata un’emozione davvero unica, quando i protagonisti sono stati coinvolti per la loro attività dal campione Italiano impegnato nella consegna  premi e  nelle foto di gruppo. Il vice sindaco ha consegnato gli attestati di partecipazione mentre la presidente dell’Anfass ha distribuito le confezioni natalizie.

“Un riconoscimento da parte di chi vive la realtà sui campi di gara – ha concluso Martellozzo – consapevole del grande lavoro, poco riconosciuto, se non sconosciuto da parte di coloro che dovrebbero prestare maggiore attenzione”. Un gruppo davvero unico quello della scuola di ciclismo Eurobike di Vittorio Veneto della quale la Federciclismo del Veneto può essere davvero fiera ed orgogliosa.

Servizio a cura di Francesco Coppola

2014-01-27T21:10:17+00:00 27 gennaio, 2014|Testimonianze e riconoscimenti|